Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop


POLITICA

Silvio Lai: chi abbandona sbaglia sempre

Il segretario regionale del Pd commenta le dimissioni della presidente Sanna. Ai renziani: aspettino il congresso,dove ci si potrà confrontare su programmi e idee

Redazione
giovedì 18 luglio 2013 19:17

Pagina fb - Silvio Lai
Pagina fb - Silvio Lai

Il segretario regionale del Partito Democratico, Silvio Lai, commenta con un post sul sito Pd regionale le dimissioni della presidente del Pd, Valentina Sanna.

"Chi abbandona il campo, sbaglia sempre, se si vogliono cambiare le regole si rimane e si combatte, negli organismi deputati, nei circoli, tra la gente in crisi, delusa e sfiduciata. Chi ha avuto o ha responsabilità politiche sa che si deve sempre cercare soluzioni percorribili, anche se non sono le migliori, le più belle. Nessuno e' contento di questa situazione - prosegue Lai - certo che avremmo voluto poter governare e attuare il nostro programma, non accettare una convivenza da separati in casa e comunque a tempo, in attesa che ci sia finalmente la riforma della legge elettorale".

"Detto ciò, e' autolesionista far passare messaggi sbagliati, come accaduto sul programma degli F35, che non abbiamo rifinanziato ne' approvato. O come per la sospensione chiesta dal gruppo Pdl per una riflessione interna: non sono stati tre giorni, neanche 24 ore e certamente non ci siamo schierati contro la Cassazione. Questi messaggi fuorvianti, distorti, presentati come ricostruzione fedele, mettono in difficoltà principalmente il Pd, non i parlamentari del Pd. E chi non è nuovo alla politica, come l'ex presidente dell'Assemblea, sa che spesso sono messi in giro ad arte e cavalcati da chi gioca a gettare benzina sul fuoco".

"Le correnti ci sono, inutile negarlo, la stessa Sanna sa benissimo come funzionano". In chiusura, il segretario regionale si rivolge ai renziani:" aspettino il congresso,dove magari ci si potrà confrontare su programmi e idee e non sulla vicinanza a questo o quell'esponente nazionale".

Torna alla Home