Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop


TERRITORIO

Assemini Pulita sul 'disastro ambientale' Fluorsid

La salute pubblica va tutelata in ogni scelta, tutti i giorni, e non quando ormai è stata già compromessa.

Redazione
martedì 16 maggio 2017 22:05

Sulla sconvolgente inchiesta condotta sui livelli di inquinamento della Fluorsid sul territorio di Assemini, il commento del Comitato spontaneo Assemini Pulita, noto alla popolazione per aver raccolto 8000 firme contro il bando di igiene urbana della giunta Puddu, facendolo revocare.

"Disastro ambientale": grave inquinamento dell'aria, dei terreni e dei pascoli. Questa la grave "sentenza" per Assemini. Ci si chiede perché, viste anche le continue "lamentele" in tal senso da parte dei cittadini si debba arrivare a ricordarsi della tutela della salute pubblica a danno già fatto e constatato. I danni, sopratutto quelli alla salute pubblica, devono essere "prevenuti" con tutti gli strumenti a disposizione, sanitari, politici e amministrativi.

Non basta costruire piste ciclabili o mettere cartelli ZTL se poi non si fa nulla di concreto per controllare la reale situazione di inquinamento. Non si può e non si deve aspettare un'indagine della magistratura per constatare il danno alla popolazione e alla città. Come può una fabbrica arrivare "silenziosamente" a immettere nell'aria contaminanti 3 mila volte superiori alla norma? Come si può non monitorare costantemente l'inquinamento immesso dalle fabbriche e dalle aziende che operano sul nostro territorio? Si deve tutelare la salute pubblica e ridurre l'inquinamento partendo anche dalle decisioni basali: sistema Rifiuti Zero per cercare di eliminare le discariche, incentivare il decoro urbano riducendo l'abbandono dei rifiuti, controllo costante della qualità dell'aria e dei terreni di Assemini, etc. La salute pubblica va tutelata in ogni scelta,tutti i giorni, costantemente e non quando ormai è stata già compromessa".