Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop


TERRITORIO

'Mario Puddu ricalca la stessa arroganza dei vecchi politici'

La risposta di Stefania Esu - Presidente Comitato Assemini Pulita al sindaco grillino

Redazione
lunedì 28 novembre 2016 15:32

Anche oggi una dichiarazione alla stampa che rappresenta l'apoteosi della tanto decantata "democrazia partecipata" del Sindaco di Assèmini. Peccato che anche in questa occasione Mario Puddu, il Sindaco di tutti i 27 mila Asseminesi (così si proclama sempre), abbia perso l'occasione, per l'ennesima volta, di apprezzare una buona iniziativa, a livello Europeo, per ridurre i rifiuti e i costi, solo perché parte dal Comitato Civico Assèmini Pulita, che rappresenta solo se stesso, portavoce di interessi della collettività, quali tutela ambientale, riduzione rifiuti, risparmio in bolletta, decoro urbano, riuso e riciclaggio e che è nato solo ed esclusivamente per ribadire all'Amministrazione quei principi e punti fondamentali del proprio programma amministrativo, per i quali ha puntato per essere eletta, e che invece cerca di disattendere durante il proprio insediamento.

Nelle nostre mail - dichiara la presidente del comitato civico Stefania Esu - non ci siamo MAI permessi di chiedere un atteggiamento di favore nei nostri confronti (neanche sapendo di non avere avuto mai una risposta in un anno e mezzo ad alcuna mail e lettera protocollata a lui indirizzata) e ci siamo rivolti sempre con educazione e civiltà. Pertanto, ci meraviglia che anche in questa circostanza il Sindaco, rappresentante di tutti, trovi solo parole per un attacco personale. Se anche non avesse ancora avuto il tempo di leggere la mail e la lettera protocollata (ne lui ne gli assessori a cui sono state indirizzate), una volta presa conoscenza dell'iniziativa tramite l'intervista è alquanto disdicevole che trovi solo parole per un attacco (tra l'altro se non ha letto, dove riscontrerebbe l'arroganza di cui mi accusa? Io sono disposta a rendere pubbliche tutte le mail che gli ho inviato per valutare dove sarebbe l'arroganza) e non provi neppure a trovare un accenno di positività verso un progetto che, tra l'altro, lui stesso propone nel proprio programma amministrativo.

Questa incoerenza la trovo senza dubbio molto più "arrogante" nei confronti di tutti i cittadini - continua la Esu - rispetto all'ipotetica arroganza di una "cittadina", nei confronti del Sindaco per delle mail propositive e che spesso ricalcano esattamente quanto da lui proposto ma evidentemente dimenticato (come i classici politici che predicano bene e razzolano male tanto disprezzati dai Cinque Stelle e come quei vecchi politici che "non ascoltano" i cittadini e li considerano "sudditi" e non "soggetti"?). Quindi Mario Puddu reputa "arrogante" quanto da lui stesso firmato nel proprio programma amministrativo solo per il fatto che non riesce a concretizzare i punti salienti promessi? Quindi - conclude la Presidente - ricalca la stessa "arroganza" dei vecchi politici tanto biasimati dai grillini?