Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop


POLITICA

Trivelle, Michela Murgia contro il No di Pigliaru

La scrittrice: si può essere d'accordo o meno, ma se sei Pigliaru non dovresti avere il dubbio, dato che la regione che governi è una di quelle che ha proposto il quesito.

MICHELA MURGIA
mercoledì 13 aprile 2016 10:27

Foto Alecani
Foto Alecani

"Il referendum non è difficile da capire: il 'Sì' serve per non regalare lo sfruttamento eterno di beni pubblici a quelli che li avevano ricevuti solo per un tempo limitato. Si può essere d'accordo o meno, ma se sei Francesco Pigliaru non dovresti avere nemmeno il dubbio, dato che la regione che governi è una di quelle che ha proposto il quesito".

Lo scrive in un post la scrittrice Michela Murgia, replicando alle dichiarazioni del governatore sardo, che si è espresso per il No, sul referendum per le trivelle off shore. "Quanto servilismo governativo ci vuole per andare a votare No a un referendum promosso dalla regione di cui sei il presidente? - si chiede Murgia - Indovino: smisurato quanto il tempo di sfruttamento che vorreste concedere ai petrolieri".