Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X


CULTURA

Arte 52, la mostra di Silvano Caria

'Luoghi di appartenenza' al museo Sa Corona Arrubia

MORENO PISANO
lunedì 4 agosto 2014 13:11

Loading

di Moreno Pisano

Prosegue al museo Sa corona arrubia il progetto Arte 52 che intende valorizzare l'alto livello degli artisti presenti in Sardegna dando valore al loro operato amorevole, capillare, caparbio nel territorio di appartenenza. Capire le ragioni di questo fenomeno e contribuire a promuovere e diffondere la conoscenza del loro operato è l'obbiettivo di questo progetto. Nel museo si cerca di dare spazio e visibilità a nuove e diverse idee creative e modi di concepire l'arte in Sardegna oggi, facendo, nel suo piccolo una fotografia dell'esistente che troverà spazio in un catalogo d'arte. La personale di pittura "Luoghi di appartenenza" si inserisce in questo percorso di 52 artisti, l'ultimo ad inaugurare la mostra è stato Silvano Caria di Samassi. Secondo le curatrici della mostra i "luoghi" che Caria ci propone non sono dimensioni esclusivamente geografiche, ma circostanze nelle quali l'autore si è sentito a casa e che prescindono dal posto in cui ci si trova. Un pugno di terra e paglia, un legno levigato dalle onde del mare, rappresentano occasioni attraverso le quali si può dar corpo al legame con il vissuto, alle sensazioni provate in certi momenti della propria esistenza. E' un'arte viscerale, materica, forte ed evocativa, che si serve di una tavolozza differente dal solito, atta a rendere storie, sensazioni, vissuti densi, ove il tattile ricopre un ruolo principe. Tutti quei fili di lana, di corda, tesi, sono la speranza che si possano ricucire i legami di solidarietà. Nei tre spazi allestiti all'interno del museo e visitabili sino al 31 agosto il numeroso pubblico presente all'inaugurazione si è immerso nella pittura, nella scultura e nell'allestimento di opere che escono dalla tela e si inseriscono nello spazio avvicinandosi o allontanandosi dallo spettatore.

Il progetto Arte 52 nel suo complesso consiste nella realizzazione di 52 mostre d'arte in un anno, una alla settimana della durata un mese. I padiglioni espositivi del Museo verranno divisi in 5 sezioni, pertanto i visitatori potranno vedere contemporaneamente 5 mostre d'arte diverse. Gli artisti che espongono sono sardi, volutamente appartenenti a diverse generazioni, e attualmente operanti nel territorio regionale anche se residenti in Italia o all'estero. Sono stati selezionati dal Direttore del Museo e dal Comitato Scientifico interno al Consorzio Turistico tenendo conto dell'originalità del "Progetto d'arte" presentato, del loro curriculum professionale, ma soprattutto dell'impegno che negli anni hanno profuso e continuano a profondere per la diffusione dell'Arte.

Torna alla Home

Letto 2077 volte